Welcome to the Cyber Security Services IT group

Contact Us: +39 3291954548

UN NESSO “NASCOSTO”

Hai mai visto un iceberg?? Immagino di sì.

Hai mai visto la parte sommersa dell’iceberg? Probabilmente no.

Ora, se ti dicessi che Internet come lo conosci adesso ricopre solo la punta dell’iceberg che emerge??

E se ti dicessi pure che esiste una parte di internet chiamata Deep Web che costituisce una fetta importante delle informazioni disponibili sull’interno cyberspazio? E se ti aggiungessi che il Deep Web è grande e può essere diviso in altrettante parti?

Partiamo dal principio.

Cosa è il Deep Web?

Il termine Deep Web (“Web Sommerso”) viene riferito a tutti i dati che sono presenti su internet ma che non sono rintracciabili (cioè non sono indicizzati) sui motori di ricerca come Google o Bing. Tutte le pagine web di contenuti non indicizzati sui motori sono quindi, in senso esteso, considerabili come deep web.

Il Deep Web è una sorta di “dimensione nascosta” all’interno di internet, non rintracciabile mediante motori di ricerca. Infatti, se lo strato più superficiale del web (Surface Web) è quello normalmente accessibile mediante i link di Google, Bing e Wikipedia, nello strato inferiore (deep web) troviamo database multilingua, siti web non ancora sui motori o nati da poco.

Accedere al deep web significa sapere, in generale, come accedervi senza motori di ricerca: per fare un esempio banale, posso decidere di accedere a dei contenuti postati nei gruppi Facebook, ma per farlo non posso cercarli con i motori: sono costretto a creare un mio account e ad iscrivermi al social network.

Come diventa la struttura di Internet totale dunque??

Sei curioso vero???

Iceberg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’immagine che vedi qui sopra (tratta da i2.wp.com) chiarisce la struttura di internet dopo le considerazioni che abbiamo fatto. 

In genere quindi il Deep Web contiene siti non rintracciabili e che non necessariamente hanno contenuti illegali. Il contenuto del web nascosto è rappresentato non dagli indirizzi URL classici che siamo abituati a vedere navigando in superficie, ma da sequenze di caratteri alfanumerici e con domini a noi totalmente sconosciuti.

Ma il Dark Web??

Il Deep Web è la parte non indicizzata che abbiamo visto, il DARK WEB è quella più controversa o discutibile e nella maggior parte dei casi illegale.

C’è da considerare però che il confine tra deep e dark web, al giorno d’oggi, è spesso molto labile e piuttosto teorico!!

Infatti, quando parliamo di Dark Web, o di Deep Web, generalmente ci riferiamo a quella porzione di Internet a cui è possibile accedere usando TOR -The Onion Router, un network che consente la navigazione su questa particolare area del web. La funzione principale di TOR è infatti di consentire agli utenti l’accesso alle pagine con dominio “. onion”, mantenendo intatta la propria privacy: la navigazione è infatti completamente criptata.

Si può facilmente intuire che il completo anonimato viene ovviamente sfruttato dai criminali per i propri scopi illegali, infatti esistono “negozi” dove è possibile comprare armi e droga, così come spazi dove condividere contenuti scabrosi, come quelli pedopornografici.

E' così difficile accedere all'internet nascosto??

NO!

Purtroppo, accedervi è alla portata di tutti e non è necessario avere una competenza tecnica elevata in ambito informatico e tecnologico.

Come già detto in precedenza, basta scaricarsi TOR  e seguire specifiche guide su internet ed il gioco è fatto!!!

Adesso ti starai chiedendo cosa c’entri tutto ciò con i crimini informatici.

Te lo spiego subito.

Come noi su internet (anzi sul Surface Web) possiamo acquistare libri, smartphone e scarpe e tanto altro così chi vuole commettere un attacco informatico può comprare password rubate, e-mail fake o addirittura virus e malware preconfezionati e pronti all’uso.

Così nasce il cybercrime ready to use, dove anche chi non possiede specifiche competenze comprando uno script oppure facendo un copia incolla di righe di codice può mettere a terra un’intera organizzazione!

Ecco il nesso tra due mondi sconosciuti e la loro pericolosità.

logo1